fbpx
Costruire
9 Aprile 2020
piazza plebiscito napoli
Luoghi comuni
22 Aprile 2020

Fenesta (finestra)

A che può servire un periodo così lungo lontano da (quasi) tutto e (per fortuna non) tutti? Ve lo dico io: a rimettere le cose nella giusta prospettiva. Serve solo buona volontà, tanta pazienza.

All’inizio di questo lungo lockdown in tanti si sono affacciati ai balconi, provando ad esorcizzare la paura, costruendo dei ponti immaginari che potessero collegarli con tante persone. Già il fatto di avere il balcone… (mi ritorna in mente il frigorifero di troisiana memoria, gli amanti di Massimo mi avranno capito). Io invece ho approfittato per affacciarmi alla finestra, alla mia finestra: quella che da all’interno, all’interno di me. Ho cominciato a mettere le cose nella giusta prospettiva e quando hai la possibilità di farlo, indipendentemente dalle ansie e dalle difficoltà che stiamo vivendo tutti, chi più chi meno, ti rendi conto del tempo sprecato e di quello speso alla grande, delle parole che hai detto e forse non dovevi, o di quelle che hai taciuto quando andavano urlate. Ti rendi conto di tutto e dell’esatto contrario. E trovi (forse) un equilibrio, magari instabile, ma comunque un equilibrio.

Ieri ho scattato quasi per caso la foto che accompagna queste parole, incuriosito da una macchia di tramonto che colorava la parete del mio “home studio”. Mi ha dato da subito l’impressione di essere affacciato ad una finestra su una spiaggia, col sole che tramonta in acqua. Ho sentito un senso di pace. Poi dopo un po’ ho pensato ad una vecchia canzone che non sentivo da anni, canzone di un caro amico che ho sentito poco ultimamente; ho cercato subito sia la canzone (che sto ascoltando anche mentre scrivo) che l’amico. E intanto la finestra è rimasta lì, aperta, a ricordarmi di tenere sempre tutto nella giusta prospettiva.
P.S. Buona Pasqua!

“E cammino pe ‘e strade e ‘stu munno pare che è ‘na fenesta, mentre ‘a gente affacciata a ‘e balcune canta già chesta festa”. (“Fenesta” – Joe Barbieri)

angeloorefice
angeloorefice
Sociologo, fotografo, amante della musica e chitarrista occasionale. Napoletano “nato in casa”, contagiato da quella bellezza tutta partenopea, contraddittoria e spontanea, che si è trasformata nel tempo in incessante ricerca visiva. Sono fotografo NPS Nikon Professional Service, socio dell’International Society of Professional Wedding Photographers, dell’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti e Associazione Nazionale Fotografi Matrimonialisti Inoltre collaboro al fianco dei professionisti della comunicazione del laboratorio creativo BlendLab.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *